Ci aspettavamo una simpatica chiacchierata col nostro Sindaco a poco più di tre mesi
dal suo insediamento?

Non da Rapinese. Abbiamo ascoltato un lungo monologo dal
tono non aggressivo ma deciso, molto deciso, nel quale non ha risparmiato critiche alle
gestioni amministrative e sociali precedenti ed attuali della città. Ben sapendo che tra
i presenti diversi erano se non oppositori non certo suoi sostenitori. Ma lui comunica
così, senza mezzi termini, seguendo logiche estranee al consenso ai partiti politici. “Il
consenso non va seguito, va creato” osserva e “con il consenso si arriva al potere,
senza compromessi, amicizie o ammiccamenti”. Dai tempi in cui era ragazzino al
Setificio inizia la sua carriera di trascinatore di consensi per poi trovarsi nelle
Circoscrizioni come lista civica e con Presidente di Circoscrizione il nostro Lombardi
con il quale instaura un rapporto di proficua collaborazione, sebbene dall’opposizione.
Poi gli anni in Consiglio Comunale, sempre all’opposizione, fino ad arrivare
all’elezione a Sindaco. Inizia subito col perdere il Capo di Gabinetto, dimissionario,
ma non si scoraggia e nel giro di qualche settimana rivede la macchina organizzativa
del Comune per renderla il più possibile efficiente. Si circonda di un gruppo di
Assessori che con lui lavorano almeno otto ore al giorno e comincia a cercare di
risolvere i più incipienti problemi, dalla piscina inagibile alle strutture sportive, dalle
scuole con assenza di norme antincendio al Politeama, dalle storture delle politiche
amministrative alla chiusura del bilancio entro il 31 dicembre. Disegna una Città
malridotta perché... “Como è così perché sei quello che sei” .... dice quasi accusando
tutti di inadeguatezza nel recente passato. Rapinese è così: o lo si ama per quello che
è o lo si odia profondamente. Lui non “guarda e passa”, contrattacca e accende il
dibattito ma ora comanda libero da vincoli politici e questo lo rende forte. Chi lo ama
lo segue, gli altri aspettano l’eventuale passo falso.... Sarà vera gloria? Ai posteri
l’ardua sentenza....

 

L.F.

loader

banner gero

 

Via Angelo Perego 9 - 22100 Como
Tel. +39 347 5532 122

segreteria@rotarycomo.it

C.F. 95013310131

COOKIE POLICY



© 2022 - Tutti i diritti riservati.
web by sofos LAB